Il sorriso di Giovanni

Questo è il caso di Giovanni che si presentava alla nostra ossevazione, non spinto da motivi masticatori od estetici, ma per dolori diffusi e continui all’arcata superiore.


Nella radiografia panoramica e nella Tac successiva sono stati riscontrati diversi granulomi e cisti, che ci hanno obbligato a pianificare la bonifica completa degli elementi superiori.
Il paziente però non accetta di portare una protesi mobile ed è disposto a sottoporsi ad un intervento chirurgico per posizionare almeno 6 impianti, le viti endossee, sulle quali realizzare un circolare fisso.


Per non lasciare il paziente senza denti anche durante le fasi di guarigione abbiamo realizzato un lavoro provvisorio e dopo 6 mesi i denti definitivi. In questo caso, il lavoro viene avvitato sugli impianti e vengono ridisegnate anche le gengive che erano andate perdute a causa delle estrazioni dentali.